Da bambini  chiediamo spesso aiuto, chiediamo a Mamma e Papà di aiutarci.  Mano a mano che diventiamo adulti varie circostanze della vita ci inducono a non pronunciare quasi più la parola aiuto.

Moltissime persone preferiscono sprecare tempo e tutte le proprie energie per risolvere il loro problema, che invece, grazie all’aiuto di qualcuno sarebbe risolto in pochissimo tempo.

Preferiamo il fallimento che il chiedere aiuto.

Perché ci comportiamo così?

Molte volte crediamo di essere indipendenti e che dobbiamo sempre cavarcela da soli oppure pensiamo di non essere così forti per risolvere il problema.

Molte volte scatta l’orgoglio, vogliamo essere noi a risolvere il problema e non vogliamo condividerlo con nessuno.

Altre volte ci vergogniamo di farlo, pensiamo che, non riuscire a risolvere un problema sia segno di debolezza.

Altre volte pensiamo che chiedere aiuto voglia dire sentirsi troppo in debito con la persona che ci aiuta.

Abbiamo ancorate queste credenze limitanti e non ci rendiamo conto che invece non ha alcun senso.

Invece solo il fatto di avere qualcuno che ci aiuti a livello emotivo a prendere delle decisioni è molto importante, condividere con altri aumenta di molto la nostra potenzialità.

Spesso quando abbiamo problemi economici pensiamo che chiedere aiuto a una persona che ci ama voglia dire che ci amerà di meno, oppure che ci consideri falliti, abbiamo paura di essere giudicati.

Tutto sbagliato se qualcuno veramente ci ama, farà di tutto per non farci soffrire, anzi sarà felicissimo di aiutarci. Risolvere insieme delle situazione difficili aumenta il legame della coppia.

Aiutare qualcuno è meraviglioso come l’essere aiutati.

Siamo creature cresciute nel tempo in un contesto dove cavarsela da soli era necessario per sopravvivere, ma siamo anche creature che si evolvono continuamente, non siamo solo fatti per adattarci alle situazioni, ma siamo qui anche per migliorarle.

Chiedere aiuto non è sintomo di sconfitta,  dipendenza, debolezza, vergogna, giudizio, ma un grande atto di coraggio.

 

Commenti

commenti