Siamo delle creature Divine infinitamente potenti. Questo potere, però, bisogna imparare ad utilizzarlo a nostro favore, non contro di noi. Il nome di questo potere è SCELTA. Noi possiamo trasformare le nostre Vite in maniera radicale, ciò per mezzo delle scelte. Ma, prima di scegliere, bisogna accorgersi di poterlo fare.

Nessuno c’insegna il potere di scegliere. Chi ci educa-programma, ci guida lungo un percorso fatto di obiettivi frutto di scelte fatte da altri per noi. Così, alla fine del processo educativo-programmatico, ci ritroveremo preparati ad assolvere determinati compiti all’interno della società, saremo altamente specializzati ma con poca capacità di scelta, nessuno ce la insegna a scuola.
Dopotutto, per come sta messa la società oggi, a molti fa comodo non scegliere e lasciare che sia il destino a decidere per loro. In questo modo si crea la massa anonima di zombie che popolano gran parte del pianeta. I più “furbi” chiedono consiglio ad altri più “saggi” di loro riguardo le possibili scelte su determinate situazioni che si pareranno loro davanti.
Insomma, ci educano, ci specializzano, c’inquadrano ma non c’insegnano a scegliere autonomamente. Cosa manca per farlo? La maturità psichica, non solo quella fisica. Si vive in una società dove gran parte delle persone sono adulte solo dal punto di vista fisico mentre a livello psichico sono fortemente dipendenti dalle persone alle quali sono legate ossia: genitori, partner, amici, allenatori e via dicendo.
Di conseguenza, prima di poter scegliere bisognerà crescere a livello psichico, maturando, così, quelle potenzialità che ogni essere umano ha dalla nascita ma che, all’atto pratico, solo pochi possono vantarne il pieno e corretto utilizzo al fine di trasformare le loro Vite.
Per crescere a livello psichico bisognerà, prima, recidere il cordone ombelicale che ci lega alle persone dalle quali pensiamo di dover dipendere per poter raggiungere una condizione di equilibrio dietro la quale, in realtà, si maschera una forte immaturità psichica. In pratica, da piccoli si dipende dai genitori, cosa peraltro naturale, altrimenti si morirebbe di fame e di sete.
Il problema è che, in realtà, si passa il resto della propria Vita a cercare di farsi “adottare” da qualche altra persona che possa rivestire i panni di un genitore/consigliere/maestro di Vita. Così facendo, si butta il proprio potere al vento perdendo, in questo modo, la possibilità di diventare pienamente adulti dal punto di vista psicofisico e padroni, non più vittime inermi, delle proprie scelte e, di conseguenza, del proprio destino.
La crescita, come accennato sopra, avverrà dal momento in cui ci si libererà dalla dipendenza emotiva da altre persone. Ciò non significa che per essere liberi occorrerà divorziare dal partner, allontanare gli amici, il coach o i genitori. Semmai, quello che si dovrà fare sarà di non dipendere più dal giudizio altrui e dal bisogno di ricevere conferme o consigli da altri perchè, diversamente, finiremmo col delegare agli altri la responsabilità degli eventuali fallimenti.
E’ facile non scegliere o lasciare che siano gli altri a farlo per noi. Così facendo, oltre a toglierci il potere che ci spetta per diritto dalla nascita, evitiamo di assumerci la responsabilità di vivere e decidere in maniera autonoma sulla nostra Vita. LA PERSONA ADULTA E POTENTE E’ QUELLA IN GRADO DI FARE DELLE SCELTE SENZA LASCIARSI INFLUENZARE DAGLI ALTRI ASSUMENDOSI, AL CONTEMPO, LA RESPONSABILITA’ DELLE AZIONI DERIVANTI DA TALI SCELTE.
Da oggi, se volete davvero riappropriarvi del vostro potere di scegliere, smettete di avere paura di vivere e assumetevi la responsabilità delle vostre scelte perchè solo in questo modo riuscirete a vivere le vostre esperienze in prima persona e a crescere a livello psichico, fisico e spirituale. La vera crescita, infatti, avviene attraverso l’esperienza diretta sul campo e non tramite delega ad altri che magari la conoscono solo a livello teorico ma, quasi mai, a livello pratico.
Vincenzo Bilotta
Fonte: http://vincenzobilotta.blogspot.com/

 

Commenti

commenti