Ad alcuni di noi viene naturale ignorare i pensieri negativi, essere ottimisti, pensare positivo e sorridere alle situazioni. Ad altri meno, o proprio per niente.

Vi dovrete sforzare.

Dovrete imparare ad andare oltre ai pensieri negativi.

Dovrete scegliere la positività.

Se state leggendo il mio post sapete già che pensare negativo porta:

  • ansia
  • insicurezza
  • performance scarse
  • stress
  • difficoltà nelle relazioni

Come ho già scritto nel mio post il potere delle parole, il nostro dialogo interiore ha un ruolo fondamentale nelle nostre vite.

Può essere il nostro miglior amico nel vivere una vita piena, soddisfacente ed entusiasmante, o può essere il nostro peggior nemico.

Pensieri e parole hanno una forza creatrice e sta a noi decidere come usarle. Quindi:

  • cosa vuoi realizzare con i tuoi pensieri?
  • che tipo di energia vuoi diffondere?
  • come ti vuoi sentire?

Tipi di pensieri negativi

A tutti capita di avere pensieri negativi.
E anche gli ottimisti come me devono imparare a gestirli.

Quali possono essere i motivi?

Generalizzi

Ti è capitato una o due volte nella vita di sbagliare una cosa, e non ci proverai mai più.
Ormai hai deciso: non sono capace, non sono portata, questa cosa non fa per me, succede SEMPRE così.

Esageri

Qualcosa non andata esattamente come volevi ed è una tragedia.
Nel raccontarla esageri ed ingigantisci la situazione, rendendo un fatto di poca cosa un fatto grave.

Leggi i pensieri degli altri

Sei dovuta scappare dal lavoro per andare a prendere i bambini e sicuramente gli altri penseranno che sei pigra e hai sempre una scusa. Sai sempre cosa pensano gli altri e addirittura immagini il tono in cui l’hanno pensato.

Sei una vittima

La fortuna non è dalla tua parte, non è colpa tua, non puoi farci niente e soprattutto non è giusto.
Mi dispiace essere un po’ dura, ma NON sei sempre la vittima di ciò che ti accade.
Prendi in mano la situazione e prenditi le tue responsabilità.
Solo così sarai pronta a fare i passi necessari per tirartene fuori.

La maggior parte dei nostri pensieri negativi non sono razionali o basati su fatti concreti e reali. E’ la nostra mente che elabora le questioni a modo su basandosi su emozioni e sentimenti.
Siamo arrabbiati, delusi, tristi, insoddisfatti e tendiamo a concentrare tutte le nostre energie su ciò che non va.
Basterebbe un po’ di logica per renderci conto che stiamo vedendo le cose in modo distorto.

Credenze limitanti

Uno dei motivi principali per cui non riusciamo a pensare sempre in modo razionale, è la nostra programmazione mentale.
La nostra mente ha una programmazione, di cui ho parlato in maniera più ampia in un precedente post, che perlopiù si crea nei primi 7 anni di vita.

“E’ pericoloso, non puoi, non devi, non ce la fai” sono tutti messaggi che rimangono impressi nella nostra mente e col passare del tempo impariamo a credere a questi messaggi che diventeranno una grossissimo limite nelle nostre vite.

Queste credenze ci portano ad osservare la realtà in modo distorto in modo da dimostrare che abbiamo sempre ragione e che quello che pensiamo corrisponde alla verità.

Senza nemmeno saperlo ignoreremo tutte le situazioni in cui l’Universo ci ha mostrato l’ esatto opposto e ha cercato di rassicurarci, incoraggiarci e buttarci in una nuova avventura.

Come trasformare i pensieri negativi in positivi

E’ assolutamente possibile trasformare i pensieri negativi in positivi.
E’ possibile lasciare andare i pensieri distruttivi, che ti danneggiano, che non ti lasciano vivere bene.

Ed è pure possibile cambiare l’energia dei pensieri e creare nuovi pattern positivi.

Ecco cosa puoi fare.

Osservare i pensieri senza giudizio

Nota cosa passa nella tua mente. Vedi i pensieri come se ti stessero passando davanti.
Non giudicare i pensieri come buoni o cattivi ma cerca di capire come ti fanno sentire.
Non tutto è bianco o nero.
Pensa alle sfumature, pensa a cosa hai imparato, a chi hai conosciuto , a chi sei diventata anche nei momenti più bui

“Non faresti entrare una persona con le scarpe sporche nella tua casa, allo stesso modo non invitare penseri negativi nella tua mente”.

Dissociati dai pensieri

La tua mente ti sta dicendo che non puoi, non ce la fai, non sei abbastanza forte, ma tu non sei la tua mente.
Tu controlli la tua mente, tu puoi scegliere di dire ” no grazie, non sono d’accordo”.
Puoi scegliere di pensare pensieri che ti fanno stare meglio.
Devi essere attiva nella scelta di ciò che ti passa per la testa.

“Io non sono i miei pensieri”.

Trovare i pensieri negativi che si ripetono

La maggior parte dei pensieri nella nostra mente si ripetono.
Questo fatto ci fa sentire sicuri, dà un senso di protezione e rende anche la vita più facile perché certamente non possiamo rivalutare ogni situazione ogni giorno dal principio, ci basiamo sulle nostre esperienze pregresse.
Quando osservi che i pensieri negativi ruotano spesso intorno ad uno stesso tema o una stessa persona o una stessa situazione, prendine atto e rifletti:

Chiediti se è vero

Questo pensiero è proprio vero?
Ci sono state situazioni nella tua vita che possono confermare il contrario?
Esamina la situazione come un’ investigatrice e trova le prove, sia quelle che confermano il pensiero, che quelle che lo smentiscono. Devi essere assolutamente obiettiva.

Se qualche situazione importante ci ha spinti a pensare che non siamo capaci, non abbiamo talento, non potremo mai fare una cosa, saremo portati a pensare sempre cosi.

Ma noi cambiamo, cresciamo, le circostanze non sono sempre le stesse.
Questo pensiero è ancora valido? E soprattutto, era veramente così allora? Chi ha giudicato? Chi ha detto che non potevamo?

A volte le persone mettono limiti agli altri quando LORO non possono o non hanno il coraggio, magari NOI l’abbiamo !

Chiediti se ti serve

A cosa serve questo pensiero? In che modo ti può essere utile? Può essere uno spunto di riflessione per trovare alternative, soluzione, qualcuno che ti possa aiutare?

Anche i pensieri negativi possono portare qualcosa di buono.

Alla fine un po’ di sana auto-critica può spingerci a migliorare e crescere.

Se non ti serve a nulla, o peggio, se ti fa solo del male devi assolutamente imparare a trasformare i pensieri negativi in positivi.

Trasformalo in domanda efficace

Le domande efficaci sono domande che invitano la riflessione e la crescita.
Chiediti come potresti migliorare, cosa potresti fare diversamente, come ti sentiresti se le cose andassero come vuoi tu.

Attiva un’ energia diversa ed elimina l’energia statica e pesante che questo pensiero ha portato fino ad ora.

Sorriso e postura

Il tuo portamento e le tue espressioni sono di straordinaria importanza.
Sorridere, stare dritti con la schiena e avere un linguaggio del corpo aperto avranno un impatto su come ti senti e come vieni percepito dagli altri. Prova a fare discorsi negativi tutto il giorno con un sorriso e vedrai che non funziona !! 😉

Distraiti

Non vuoi più pensare ad una certa cosa e stai cercando di eliminare il pensiero della tua mente. Ma il pensiero non fa altro che rafforzarsi e tormentarti sempre di più.

Un’ alternativa semplice è trovare una distrazione.

Metti su un film divertente, vai a prendere un caffè da un’amica, vai a fare la spesa, pulisci la casa. Qualcosa di attivo che richieda la tua attenzione. Il pensiero perderà la sua forza e per un po’ te ne scorderai.

Conclusione

Non cambierai i tuoi pensieri da un giorno all’altro, ma il cambiamento sarà man mano sempre più facile e rapido.

I primi passi sono i più difficili e il primo passo in assoluto l’ hai già fatto se stai leggendo questo post.

Fonte: http://www.spiritualitatradotta.it/pensieri-negativi/

 

Commenti

commenti